Product successfully added to your shopping cart
Quantity
There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.
Total
Continue shopping

ACQUA

L'acqua è il fattore indispensabile in qualsiasi forma di vita sulla Terra. Nelle piante, l'acqua viene utilizzata per trasportare i nutrienti e la loro assorbimento dalle radici. Di conseguenza, il controllo dell'acqua ottimizzato produce risultati significativi in ​​termini di vivacità e di produzione. 
Nella maggior parte delle culture, l'acqua utilizzata è quella del rubinetto, a seconda della vicinanza di piante acquatiche, l'utilizzo di un addolcitore generale o la qualità del sistema di impianto idraulico domestico, dimostra più o meno "buono". Quindi, il semplice fatto di prendere l'acqua di irrigazione e di lasciarlo decantare 24 a 48 ore in un serbatoio all'aperto e al riparo dalla luce consentire ad assolvere cloro, elemento chimico dannosi per le piante (alta concentrazione favorendo carenza di potassio, calcio e magnesio) e il tasso dei quali è è aumentato negli ultimi anni per combattere eventuali attacchi terroristici da parte dell'acqua. Inoltre, l'uso di un filtro dell'acqua è utile ma non completamente efficace perché i solidi disciolti nell'acqua non vengono mantenute, solo le particelle di emulsione. Solo l'istituzione di un'osmosi inversa , costituiti da membrane semipermeabili di polimeri ritegno qualsiasi impurità dall'acqua che lo attraversa, garantisce acqua pura.

FERTILIZZANTE

Le sostanze nutritive, fornite dall'acqua, sono elementi essenziali per la vita delle piante. Un'assunzione nutritiva con precisione dosata da orticoltura consente alle piante in rapida crescita di raggiungere il loro pieno potenziale, offrendo colture molto più ingombranti e migliori. Nella maggior parte delle culture viene utilizzata acqua di rubinetto che è più o meno "buona". 

Concimi più efficaci: Lasciate che l'acqua si depositi in un serbatoio (24H-48H), filtri l'acqua per rimuovere le impurità e, per un'acqua ancora più pura, utilizzare un'osmosi invertita.

Culture Indoor consiglia l'uso della sua ammiraglia Platinium nutrienti , ma le migliori marche presenti sul mercato offre anche: Canna Plagron , Biobizz, Advanced Nutrients,  General Hydroponics ,  Bionova ,  la tecnologia Crescita ,  Pachamama Vaalserberg Giardino ,  Vaalserberg da giardino ,  Ecolizer Earth ,  420 idroponiche ... 

Ogni concime è generale o specializzato. Fare attenzione che alcuni siano fatti solo per la crescita, altri per la fioritura e altri per l'idroponica passiva. Cultura Indoor ha classificato i  suoi fertilizzanti per consentire di utilizzare esattamente ciò che la vostra pianta ha bisogno.

NPK

engrais

Come gli esseri umani necessitano di calcio (osso), ferro (globuli rossi) e potassio (cuore), le piante necessitano di sostanze nutritive.

I fertilizzanti di base sono tutti composti da tre macro-nutrienti: azoto (N) ,  fosforo (P) e potassio (K) . 
L'azoto è una molecola chimica che assicura la crescita delle piante, intervenendo nella produzione di proteine ​​e influenzando direttamente il metabolismo dell'impianto. senza azoto, non ci sono piante forti. L'azoto rende le piante forti e sane. 

Il fosforo stimola le piante per stimolare il loro ambiente radicale, oltre ad abbondanti fioriture e frutti. Il fosforo sposta l'energia. Il fosforo favorisce la fotosintesi. È responsabile della conservazione e di spostamento dell'energia attraverso l'impianto.

Per quanto riguarda il potassio, questa ultima macro-nutriente maggiore garantisce una migliore circolazione di acqua e sostanze nutritive e un rilascio progressivo delle sue due fonti di energia, in tutta la pianta, dalle radici alle vette. Rinforza anche le pareti delle molecole per renderle più resistenti. Il potassio aiuta le piante a controllare e utilizzare l'acqua in modo efficace.

Totale o parzialmente, fertilizzanti supplementari o fertilizzanti, additivi, forniscono tre macro-nutrienti essenziali e altri micronutrienti secondari multipli. Come il magnesio , il calcio, il boro, lo zinco, il ferro, il manganese, lo zolfo, ecc. Ma comunque merita tutta l'attenzione del contadino esigente.

Il pH

Il potenziale di pH o idrogeno è essenziale per il controllo in un terreno o coltura idroponica. Regolato, ottimizza l'assimilazione delle sostanze nutritive dalle radici. 
Per gestire il pH di una soluzione nutritiva tenendo conto della lieve acidità dei fertilizzanti e degli additivi impiegati, è necessario un misuratore di pH e soluzioni regolatorie (vedere la sezione "Controlli"). 
Su una coltura di argilla, l'acqua di irrigazione è stabilita a valori pH da 6,2 a 6,4 in crescita e 6,6 a 7,0 in fiore. Più acido su un mezzo idroponico, il pH dell'acqua deve essere compreso tra 5,6 e 6,4 e da 6,0 a 6,5 ​​in fiore.

Per il controllo del pH utilizzare un tester pH .

la CE

Indispensabile da padroneggiare nella cultura idroponica, la EC (elettro-conducibilità) rappresenta la concentrazione di sali minerali disciolti nell'acqua. I minerali presenti nei fertilizzanti emettono una corrente elettrica che viene misurata dal tester EC (vedi sezione "Controlli"). Poiché i requisiti nutrizionali delle piante aumentano, il livello di EC aumenta proporzionalmente. Generalmente, le misurazioni della CE variano da 0,8 a 1,4 durante la fase vegetativa e da 1,4 a 1,6 durante la pre-fioritura a 1,6-2,2 (culminando a 2, 6) secondo lo sviluppo delle piante. Inoltre, l'accelerazione del metabolismo vegetale richiede il follow-up dei valori della CE.

Nel suolo, testare la EC dell'acqua che è passata attraverso le pentole è interessante per evitare che i sali nutrienti in eccesso accumulati intorno alle radici a causa di scarso drenaggio. Se questo è il caso, è necessario risciacquare la terra con acqua a pH regolato, o con una soluzione enzimatica (batteri vivi decomposizione radici morte e nutrienti per rendere assimilati dalle radici), o acqua RO. Temperatura La temperatura dell'acqua di irrigazione deve essere compresa tra 18 ° C e 20 ° C, indipendentemente dal substrato.

Mantenere la temperatura al di sotto di 21 ° C impedisce lo sviluppo di funghi patogeni nelle radici (ingiallimento, fragilità, sviluppo di una forma di drool slimy e odoroso ...). Oltre 24 ° C, l'acqua deprezza l'ossigeno, causando degradazione di radici e minerali nei fertilizzanti.

Per il controllo EC utilizzare un  tester CE .

Crescere = Crescita

Promuove la crescita e lo sviluppo strutturale della pianta, nonché la radicamento vigoroso. Si prepara per una bella fioritura. Consulta i nostri  consigli di crescita .

Bloom = Bloom

Dà alla pianta tutto ciò che serve per abbondanti fioriture e frutti. Permette anche di sfruttare al meglio la genetica delle vostre piante. Controlla i nostri  suggerimenti per la fioritura .

vale a dire:

La soluzione nutrizionale viene rinnovata ogni due settimane, e più spesso quando le piante sono grandi. La migliore prevenzione è rinnovare frequentemente e risciacquare il supporto con acqua pura tra due soluzioni. EC deve essere controllato ogni giorno (in serbatoio, supporto e soluzione drenata) Valore EC valido: da 0,75 a 2 ms verificare che il pH dell'acqua sia compreso tra 5,5 e 6 , 5 prima di aggiungere il fertilizzante.

PROMEMORIA:

N = Azoto / P = Fosforo / K = Potassio

Componenti essenziali per le vostre piante

Azoto (N)

Le piante in rapida crescita richiedono grandi quantità. È prevalentemente responsabile della crescita dell'impianto. L'azoto è in grado di muoversi da una parte dell'impianto ad un altro secondo le sue necessità. La carenza di azoto produce una crescita rallentata, i sintomi appaiono per primi sulle foglie in fondo alla pianta che diventano gialle prima di cadere. Questi sintomi si sono poi diffusi al resto della pianta. Le vene del gambo e del foglio possono diventare rosso violaceo. Il nitrato è una forma di azoto utilizzata in idroponiche per il suo lento assorbimento. Considerate la diminuzione dell'assunzione durante la fioritura poiché altera il gusto della coltura.

Fosforo (P)

Il fosforo è necessario per la fotosintesi e il trasferimento di energia all'interno dell'impianto. Le piante in rapida crescita richiedono più fosforo quando germinano, seminano, tagliano e fioriscono. Una mancanza di fosforo rallenta la crescita, le foglie sono più piccole, bluastre e spesso scoperte. Le vene principali diventano rosso violaceo sul lato interno delle foglie. Una carenza di fosforo è comune quando il pH del mezzo di coltura è superiore a 7 o inferiore a 5,8.

Calcio (CA)

Fondamentali per la sintesi e la crescita delle cellule. Una carenza di calcio, rara nell'interno (di solito causata da elevata umidità o densità di produzione) impedisce la conservazione delle pareti delle cellule. La pianta, più sensibile, appare "morbida" e le sue foglie giovani languiscono.

FER (Fe)

Fondamentale per i sistemi enzimatici e il trasporto di elettroni durante la fotosintesi. Catalizzatore per la produzione di clorofilla, ferro è necessario per la riduzione e l'assimilazione di nitrati e solfati. Le carenze di ferro sono comuni quando il pH è superiore a 6,5. I sintomi appaiono sulle foglie più piccole che diventano gialle tra le vene rimaste verdi.

Magnesio (MG)

Il magnesio, elemento indispensabile, è la molecola centrale della clorofilla, che trasforma l'energia luminosa in energia chimica. La carenza di magnesio si manifesta con la clorosi (lievi discolorazioni tra le vene delle foglie invecchiate), macchie di ruggine e caduta precoce del foglio. Un eccesso interrompe la crescita e le foglie rimangono piccole.

Potassio (K)

Potash migliora il colore dei fiori e il sapore di frutta, dando alle piante una migliore resistenza ai parassiti, alle malattie e alle condizioni atmosferiche. Una mancanza provoca l'ingiallimento delle foglie più antiche che iniziano con la punta. Le piante sono più sensibili e gli steli sono fragili, macchie color grigie appaiono sulle foglie.

enzimi

Gli enzimi agiscono come acceleratori (catalizzatori) di una varietà di processi biochimici dell'impianto. Essi trasformano i carboidrati in alcool in pochi secondi, contro diverse settimane in tempi normali. Gli enzimi migliorano la capacità di ritenzione idrica e l'aerazione del substrato che rimane pulito, privo di elementi in eccesso (questo è importante in caso di riutilizzo). Le parti morte come le radici si decompongono più rapidamente, rilasciando molte sostanze nutritive che si concentrano sulla protezione degli agenti patogeni. Il sistema radice è più efficiente.

fertilizzanti del terreno

Alcuni sono biologici e adatti alla coltivazione biologica, altri sono minerali e adatti per l'irrigazione delle gocciolanti.

Concime di cocco

Concimi minerali. Devono essere fluidi, perfettamente solubili, 100% assimilabili e privi di residui.

Concimi idroponici

Concimi minerali. Devono essere fluidi, perfettamente solubili, 100% assimilabili e privi di residui.

esportazione

Il prodotto è disponibile solo al di fuori della Francia.

Info tecniche:

L'assimilazione nutriente è una funzione del pH. La zona di sicurezza è compresa tra 5,8 e 6,8. per prevenire l'acidificazione della soluzione nutritiva, utilizzare acqua con un pH superiore a 6.

DEFICIENZE DELL'IMPIANTO

azoto feuilles.jpg

Le deficienze nell'ambito della coltivazione interna si verificano generalmente a causa dell'esaurimento di un substrato crescente impoverito dall'uso. Per evitare le carenze, è possibile modificare il substrato con ogni nuova coltura. Pensa anche a ogni fine della cultura, per sterilizzare i vasi con candeggina e per risciacquare bene.

Una carenza deve essere chiaramente identificata per essere trattata;

Alcune carenze non sono visibili se la fase di carenza non è a termine.

Se non si cura la malattia, la pianta può essere ammalata perché indebolita, quindi è importante reagire quando si diagnostica una carenza.

La cultura Indoor propone di consultare la Guida delle carenze . 

 

Trova tutti i nostri consigli per la tua cultura interiore:


La tua registrazione è andata a buon fine Your email is already registered
or this is not an email address